Omnia sunt communia

Superbo romanzo scritto a 4 teste, inserito in un preciso contesto storico di lotte fratricide tra i vari principi europei, l’imperatori, e una chiesa Cattolica alle prese con le spinte riformiste dei luterani e quelle scissioniste delle correnti più radicali.
L’ombra inquietante dell’Inquisizione che si abbatte come un flagello sui liberi pensatori e su chiunque osi non sottomettersi all’autorità papale. Tanti fili manovrati dal già sconfinato potere dei bancari in grado di decidere le sorti dei regnanti.
In questo panorama si scontrano per 3 decenni il protagonista senza nome (che in realtà ne ha svariati di nomi), e il suo antagonista Q.

Un must.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...